Licenza Creative Commons

schede-sentieri 3.3

Scegli un sentiero: <

O510

>

Gruppo Montuoso:MONTI D'ANAUNIA / Cime di Vigo - Craunèl
Competenza:SEZ. SAT TON
Difficoltà:E (Escursionistico)
Comuni:TON
Località partenza:MOLINI - ponte sul Rio Rinassico
Località arrivo:VALICO PRA D'ARZA
Lunghezza:6070 metri
Tempo andata:03:10 ore
Tempo ritorno:02:20 ore
Quota minima:517 metri
Quota massima:1566 metri
Dislivello salita:1049 metri
Dislivello discesa:0 metri
Data aggiornamento:29-04-2019

Relazione descrittiva tratta dal volume "...per sentieri e luoghi SUI MONTI DEL TRENTINO"
pubblicato in coedizione SAT - Euroedit srl.

Tutti i sentieri che dalla Valle del Rio Pongaiola raggiungono il crinale della dorsale d'Anaunia devono superare almeno un migliaio di metri di dislivello in ambienti spesso chiusi entro fitti boschi. Questo itinerario non è da meno ma già a mezza altezza offre una spettacolare veduta su Castel Thun e l'intera vallata nonesa. Viene utilizzato anche in abbinamento con gli itinerari 509 e 500 per effettuare l'escursione ad anello del Monte Cuc e della Roccapiana.


Il sentiero si stacca dall'itinerario 509 a monte del paese di Vigo di Ton in località Molini - zona sportiva (bivio 509) e s'inoltra subito nella pineta affrontando un breve tratto decisamente ripido. Nel bosco di Pignolé s'immette nella strada forestale (Sentiero Frassati) che proviene dal vicino Castel Thun; poco oltre, al Pian del Canale la strada si impenna e passa dal soprastante Sasso Bianco (Sas Blanc), così chiamato per lo sperone calcareo dalla roccia strapiombante color latte; magnifica da qui la vista sulla sottostante collinetta di Castel Thun, e sull'intera vallata. Aggirato un promontorio in pietra rossa, la strada arriva ad un tornante, lascia a sx il Sentiero Frassati diretto a Vervò, e continua ritrovando poi la vecchia mulattiera.
Si prosegue entrando in un bosco di abeti e larici dove, a una cinquantina di metri, nascosta dalla vegetazione, si trova la "Baita dei cacciatori di Toss". L'itinerario continua sulla via che subito si fa mulattiera con tratti a pendenza sostenuta, supera la cresta del Malachino e raggiunge la seconda "Baita dei cacciatori di Toss", costruzione analoga alla precedente, eretta presso la dorsale che scende da Cima d'Arza.
Passando a monte della baita la mulattiera risale ancora nel bosco e, attraversa per un lungo tratto il fianco settentrionale del monte fino a innestarsi sul sentiero 500 nei pressi del valico di Pra d'Arza.





-------------------- © SAT 20150127 --------------------

Nome Località Quota Distanza Andata Ritorno Diff. Agibilità
MOLINI - ponte sul Rio Rinassico (b.509) 517 m - andata 00:15 h - -
PIGNOLÉ 644 m 810 m 00:20 h 00:25 h E si
QUOTA 824 - bivio Sentiero Frassati 824 m 1270 m 00:35 h 00:15 h T si
BAITA CACCIATORI DI TOSS - prima 962 m 760 m 00:25 h 01:00 h E si
BAITA CACCIATORI DI TOSS - seconda 1409 m 2060 m 01:20 h 00:25 h E si
VALICO PRA D'ARZA (b.500) 1566 m 1170 m 00:30 h ritorno E si
 
Totali 6070 m 03:10 h 02:20 h    

Valid XHTML 1.0 Strict Licenza Creative Commons
Il presente contenuto è di proprietà della © Società degli Alpinisti Tridentini (SAT) ed è distribuito con Licenza
Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 4.0 Internazionale.
I dati possono variare e sono oggetto di continuo aggiornamento.