ALTA VIA DEL PORFIDO

A T T E N Z I O N E

IL RIFUGIO TONINI ATTUALMENTE E’ CHIUSO


 

L’Alta Via del Porfido si snoda nella porzione più occidentale della Catena del Lagorai, un ambito montano di straordinario interesse naturalistico e culturale. E’ un itinerario “ad anello” che si articola in 4 tappe giornaliere attraverso le quali si ha modo di visitare i monti dell’alta Valle dei Mocheni e di affacciarsi anche sull’Altopiano di Pinè e la Val di Cembra, sulla Val Calamento e la Valsugana. Un giro d’orizzonte sempre amplissimo che abbraccia gran parte del Trentino. Lo si propone a partire da Palù del Fersina con posti tappa al rifugio Sprugio “Giovanni Tonini”, al rifugio Sette Selle e al rifugio Erterle. Non presenta difficoltà tecniche ma richiede un minimo di allenamento considerando che le tappe vanno da 3-4 ore a 7-8 ore.

 RIEPILOGO TAPPE

Il percorso è proposto nelle seguenti quattro tappe. I tempi indicati sono di cammino effettivo. I tempi per le soste che ognuno decide di fare vanno quindi aggiunti.

Elenco tappe
quota min-max
distanze km
disl +
disl –
tempi effettivi h.min
1 Da Palù del Fersina al rifugio Sprugio “G.Tonini” 1350-1906 8,38 800 250 3.30
2 Dal rifugio Sprugio “G.Tonini” al rif. Sette Selle 1906-2288 6,42 650 600 3.30
3 Dal rifugio Sette Selle al rif. Erterle 1418-2327 15,69 750 1300 6.20
4 Dal rifugio Erterle a Palù del Fersina 1350-2383 15,23 1300 1350 7.10
totali 45,72 3500 3500 20.30

 

SORGENTI DI INFORMAZIONE

1 – IL PORFIDO

2 – LA STORIA DELL’ALPEGGIO

3 – I BOSCHI DI ALTA MONTAGNA: FLORA E FAUNA

4 – IL PAESAGGIO DELLA CATENA DEL LAGORAI

5 – LA GRANDE GUERRA E I SUOI SEGNI

6 – LA FLORA DELLE RUPI E DEGLI SFASCIUMI DETRITICI

7 – I PASCOLI ALPINI: FLORA E FAUNA

8 – LE MINIERE DI CINQUEVALLI E L’ATTIVITÀ MINERARIA DELLA ZONA

9 – LA MONTAGNA CHE CAMBIA

10 – IL BOSCO: UNA RICCHEZZA PER TUTTI

 

LA SEGNALETICA

L’Alta Via del Porfido è curata dalla SAT attraverso i volontari delle sezioni SAT di Pergine Valsugana, Piné e Borgo Valsugana per le rispettive parti di competenza.
La via è completamente contrassegnata dai simboli a vernice BIANCHI e ROSSI che accompagnano il cammino e dalle tabelle direzionali con la sigla “AVP”.

TEMPI DI PERCORRENZA

Ogni persona, nell’azione del camminare, può assumere tempi e lunghezza del passo differenti, talché ognuno sviluppa un proprio ritmo ed in base a tale ritmo una determinata lunghezza può essere percorsa in tempi differenti.
Tanto premesso, si precisa che la prassi escursionistica CAI propone la sottosegnata tempistica standard di cammino: in un’ora di cammino, un escursionista mediamente allenato, percorre circa:

km 3,5 / 4,0 su itinerario pianeggiante (→);
m 300/350 di dislivello su itinerario in salita (↑);
m 500 di dislivello su itinerario in discesa (↓).

 VEDERE ANCHE


4 Commenti

  1. andrea

    Ciao, ci sono fonti d’acqua sul percorso al netto dei rifugi? Grazie
    Andrea

    Replica
    1. michele

      Il percorso dell’Alta Via del Porfido si svolge praticamente sempre lungo le dorsali dei monti e pertanto non è possibile trovare fonti di approvvigionamento d’acqua lungo il percorso

      Replica
    2. Manuele

      Si trovano piccoli corsi d’acqua solo sul tratto tra Stramaiolo e Tonini e un bella fontana al Sette Selle. Per il resto del percorso montano niente acqua.

      Replica
  2. fernando

    Per la fine di giugno 2019 il percorso sarà intermente percorribile e il rifugio Tonini sarà aperto?
    Grazie

    Replica

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *